FAQ

Frequently Asked Questions (FAQ)

Domande frequenti sulla manutenzione delle attrezzature

Tutto quello che hai sempre voluto sapere sulla manutenzione delle attrezzature. Scopri la nostra sezione di FAQ e contattaci se non trovi la risposta alla tua domanda. Buona lettura!

Noleggio a breve o a lungo termine, acquisto di veicoli nuovi o usati... Qual è la soluzione migliore per me?

 

L’acquisto ti consente di essere proprietario delle attrezzature, scegliendo tutte le opzioni e gli extra di cui hai bisogno per il tuo lavoro. Il noleggio a lungo termine facilita la transazione e l’investimento e ti solleva dagli oneri della manutenzione, mentre il noleggio a breve termine ti dà maggiore flessibilità quando ne hai più bisogno (ad esempio durante picchi di domanda o nell’attività stagionale).

È obbligatorio effettuare la manutenzione periodica dei carrelli?

 

Sì, sia la Direttiva Macchine che le normative nazionali stabiliscono l’obbligo di effettuare la regolare manutenzione delle macchine, in conformità con quanto prescritto nei manuali d’uso e manutenzione del costruttore. Tale responsabilità ricade sull’impresa o sul proprietario della macchina.

La manutenzione regolare assicura il corretto funzionamento della macchina e in particolare dei dispositivi di sicurezza, elemento essenziale per ridurre i rischi di infortunio.

La corretta manutenzione, l’ingrassaggio e la pulizia di tutti i componenti elettromeccanici e idraulici del carrello ne prolungano la durata di vita e consentono di identificare i problemi quando sono ancora a uno stadio iniziale, evitando fermi macchina non pianificati e rotture o guasti più estesi con conseguenti costi maggiori.

Che manutenzione richiede il mio carrello elevatore?

 

Conformemente alla Direttiva Macchine, il manuale d’uso e manutenzione del costruttore stabilisce la periodicità degli interventi di manutenzione preventiva (revisioni) che devono essere effettuati sulla macchina, in base a fattori come le ore di utilizzo annuale, l’ambiente o il contesto di lavoro, ecc.

Chi può effettuare la manutenzione dei carrelli?

 

Soltanto le imprese accreditate e qualificate possono effettuare la manutenzione dei carrelli elevatori e rilasciare bollettini di servizio validi a fini amministrativi, per l’autorità del lavoro, l’ispettorato del lavoro ecc.

Ciò è particolarmente rilevante in caso di incidente o infortunio sul lavoro con la macchina, per il quale l’Autorità del lavoro richiede all'impresa e/o al proprietario le prove che la macchina viene sottoposta a manutenzione, conformemente alla normativa.

A livello di prodotto, quale normativa si applica a un carrello elevatore?

 

In via generale i carrelli elevatori sono conformi alla Direttiva Macchine 98/37/CE.

Per ogni unità prodotta, il costruttore emette una Dichiarazione di Conformità CE e applica sulla macchina l’etichetta con il marchio CE, dalla quale è possibile identificare il produttore e il numero di serie.

Oltre alla Direttiva Macchine, per la progettazione e la fabbricazione dell’unità costruttiva e dei componenti di carrelli destinati alla movimentazione di merci, i costruttori applicano le norme EN.

È obbligatorio effettuare la manutenzione periodica dei carrelli?

 

Sì, sia la Direttiva Macchine che le normative nazionali stabiliscono l’obbligo di effettuare la regolare manutenzione delle macchine, in conformità con quanto prescritto nei manuali d’uso e manutenzione del costruttore. Tale responsabilità ricade sull’impresa o sul proprietario della macchina.

La manutenzione regolare assicura il corretto funzionamento della macchina e in particolare dei dispositivi di sicurezza, elemento essenziale per ridurre i rischi di infortunio.

La corretta manutenzione, l’ingrassaggio e la pulizia di tutti i componenti elettromeccanici e idraulici del carrello ne prolungano la durata di vita e consentono di identificare i problemi quando sono ancora a uno stadio iniziale, evitando fermi macchina non pianificati e rotture o guasti più estesi con conseguenti costi maggiori.

Chi può effettuare la manutenzione dei carrelli?

 

Soltanto le imprese accreditate e qualificate possono effettuare la manutenzione dei carrelli elevatori e rilasciare bollettini di servizio validi a fini amministrativi, per l’autorità del lavoro, l’ispettorato del lavoro ecc.

Ciò è particolarmente rilevante in caso di incidente o infortunio sul lavoro con la macchina, per il quale l’Autorità del lavoro richiede all'impresa e/o al proprietario le prove che la macchina viene sottoposta a manutenzione, conformemente alla normativa.

Che manutenzione richiede il mio carrello elevatore?

 

Conformemente alla Direttiva Macchine, il manuale d’uso e manutenzione del costruttore stabilisce la periodicità degli interventi di manutenzione preventiva (revisioni) che devono essere effettuati sulla macchina, in base a fattori come le ore di utilizzo annuale, l’ambiente o il contesto di lavoro, ecc.

STILL fornisce ai propri clienti la consulenza per adeguare e ottimizzare i piani di manutenzione delle macchine in base alle effettive condizioni di servizio e funzionamento per ogni applicazione.

Quali raccomandazioni devo adottare per la manutenzione della batteria del mio carrello elevatore?

 

 

Si devono controllare con regolarità i livelli dell’acqua ed evitare caricamenti rapidi (a eccezione delle batterie agli ioni di litio Li-Ion).

Quali raccomandazioni devo adottare per la manutenzione della batteria del mio carrello elevatore?

 

Una batteria convenzionale (non Li-Ion) ha un’autonomia di 5 - 8 ore di utilizzo. La ricarica completa impiega tra le 6 e le 12 ore, in base alla capacità e al modello del caricabatteria.

Una volta completata la ricarica, è necessario attendere che la batteria si raffreddi prima di utilizzarla sul carrello. Questo processo dura generalmente 1 - 2 ore.

Non hai trovato una risposta alla tua domanda? Contattaci qui: