Come guidare un carrello elevatore in sicurezza? Ecco alcuni consigli

Ecco alcuni consigli per la guida di un carrello elevatore.

Il carrello elevatore è un mezzo per la movimentazione di merci che assume un’importanza rilevante per le aziende di vari settori. Per guidarlo occorre conseguire un’abilitazione specifica (la cosiddetta “patente”, o meglio patentino per muletto) e mantenere un comportamento appropriato per evitare danni anche gravi a cose o persone. La formazione dei carrellisti è un percorso obbligato per imparare i comandi principali e le norme di sicurezza fondamentali legate al muletto.


I comandi principali per guidare un muletto

Esistono diversi tipi di carrelli elevatori. Nella maggior parte di essi, l’operatore è seduto su un sedile tra i due assali, e aziona il mezzo con comandi simili a quelli di un’automobile: il cruscotto si accende per mezzo di una chiave, la velocità si regola mediante un pedale e la sterzata è data da un volante. A differenza dell’auto, però, a sterzare sono le ruote posteriori e il volante si aziona normalmente con la mano sinistra tramite un pomello. Questa impostazione di guida favorisce le manovre ripetute in spazi ristretti.

Il sollevamento del carico e l’inclinazione del montante sono comandati da leve situate alla destra del conducente: un simbolo riportato sulle stesse indica il movimento associato. Quando il muletto è fermo occorre attivare il freno di parcheggio in modo manuale: non è automatico tranne che nei carrelli che prevedano questa opzione.

Menzione a parte merita invece il transpallet, particolare tipo di carrello che può essere manuale o elettrico e che spesso non prevede la presenza a bordo dell’operatore. Come si guida il transpallet? Mediante una plancia di comando con timone oppure controlli specifici per le operazioni come ad esempio manubri con pulsantiere.


Come guidare un carrello o transpallet in sicurezza: condizioni e accortezze

Per guidare un muletto in sicurezza, nel caso di carrelli nuovi o usati, è necessario prima di tutto controllare che il mezzo sia perfettamente funzionante e che siano stati rispettati tutti i requisiti relativi alla manutenzione. È autorizzato a condurre il mezzo solo chi ha conseguito l’apposito patentino e lo ha rinnovato con le tempistiche previste dalla legge.

È fondamentale ricordare che la stabilità di ogni carrello elevatore controbilanciato (i classici cosiddetti muletti) è basato sulle leggi fisiche della leva di primo genere, in particolare sul principio del bilanciamento tra il carico e il contrappeso. Nell’utilizzo bisogna sempre tenerlo presente per evitare il ribaltamento.

Quando si manovra il carrello, occorre fare la massima attenzione a non urtare contro cose o persone. È per questo indispensabile mantenere un’adeguata distanza di sicurezza dagli altri mezzi presenti, dai percorsi destinati ai pedoni, dalle rampe di carico e dai bordi delle banchine. È opportuno limitare al massimo la velocità in presenza di traffico, ostacoli, pericoli o quando il carico è sollevato. Particolare attenzione va posta nelle curve, che vanno fatte sempre a velocità moderata mai quando ci si trova su un piano inclinato.

Il muletto è sempre dotato di un avvisatore acustico che può essere attivato manualmente per segnalare un pericolo. È sempre vietato, inoltre, trasportare passeggeri sul carrello.


Formazione per carrellisti

Il carrellista è la figura professionale addestrata e formata appositamente per operare con un carrello elevatore in condizioni di massima sicurezza, anche in situazioni di intensa produttività.

Come accennato, egli deve seguire un corso di formazione apposito al termine del quale ottiene un attestato di abilitazione alla guida dei carrelli elevatori. Il corso si compone di un modulo teorico e di uno pratico, entrambi essenziali anche in chiave sicurezza.

Il patentino è sufficiente per manovrare il carrello elevatore in aree private (magazzino o pertinenze aziendali); per guidarlo invece sulle strade pubbliche, anche per tratti brevi, è necessario possedere la normale patente di guida di tipo B rilasciata dalla Motorizzazione Civile (necessaria quella di tipo C se la massa trasportata è particolarmente grande).

STILL ha sviluppato un programma di formazione per mulettisti. I corsi di abilitazione alla guida insegnano come usare i carrelli elevatori in modo efficiente e sicuro in ogni situazione o contesto lavorativo.


Lascia un commento

Commenti

Nessun commento


Iscriviti al blog!

Essere informati non appena un articolo viene pubblicato. È possibile annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.


Protezione dei dati
This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.